Kelly Hogan I Like To Keep Myself In Pain

Grazie a quei muscoli scolpiti da American Gigolò è entrato da protagonista nei sogni di milioni di donne. Poi, con il suo charme da Ufficiale e Gentiluomo, ha abbordato la Pretty Woman Julia Roberts, conquistando a passi di danza e a colpi di arringhe un Golden Globe come Miglior Attore in Chicago. Ladies and gentleman: il sessantenne brizzolato più seducente di Hollywood, Richard Gere.Secondo di cinque figli, il divo nasce a Philadelphia da genitori di discendenze anglo irlandesi.

Occhiali da Clark Kent, giacchetta a vento, pettinatura con la riga da una parte che divideva i capelli liscissimi, si aggrappava terrorizzato a un’ancora esordiente Susan Sarandon sempre facile ai mancamenti e incoffettata di rosa in uno dei capolavori del cinema: The Rocky Horror Picture Show.Figlio dell’attore Bud Bostwick, dopo aver frequentato la San Mateo High School, si iscrive alla California Western University School of the Arts e alla New York University, cominciando a recitare solo nel 1972, quando è chiamato a impersonare il ruolo di Danny Zuko nella versione teatrale del musical “Grease”, grazie al quale ottiene una nomination ai Tony Award come miglior attore.Lo stesso anno, recita sul grande schermo accanto a Robert De Niro ne I maledetti figli dei fiori di Noel Black, prestando anche la sua voce come narratore della pellicola d’animazione francese Il pianeta selvaggio (1973). Nel 1974, affianca Fred MacMurray nel film tv The Chadwick Family, ma solo nel 1975 riuscirà veramente a ottenere quello che, a detta della critica, è il miglior ruolo della sua carriera: quello del fidanzatino con l’auto in panne di Susan Sarandon nel musical The Rocky Horror Picture Show.Dopo due anni, vince finalmente il Tony Award come miglior attore in un musical per “The Robber Bridegroom” e successivamente prende parte a telefilm come Charlie’s Angels e a pellicole come Il boxeur e la ballerina (1978) di Stanley Donen.Sposato e divorziato con l’attrice Stacey Nelkin, nel 1988 vince un Golden Globe come miglior attore non protagonista in una miniserie per War and Remembrance con Robert Mitchum e Sharon Stone, mentre con larrivo degli Anni Novanta diventerà un ottimo caratterista di ruoli negativi in film tv come Challenger Lo Shuttle della morte (1990) e Weekend con il morto 2 (1993).Dopo essersi risposato, questa volta con l’attrice Sherri Jensen, dalla quale ha due figli, Brian e Chelsea, recita nella pellicola demenziale Spia e lascia spiare (1996), entrando nel cast di Spin City (1996 2002), seguito da piccole apparizioni in serial come Perfetti. Ma non troppo (2003), Scrubs (2003), Las Vegas (2005) e Le cose che amo di te (2005 2006).Dopo mediocri pellicole come Chestnut Un eroe a quattro zampe (2004), recita in Evening (2007) accanto a Vanessa Redgrave, Meryl Streep e Glenn Close e Nancy Drew (2007), ma nonostante abbia una recitazione fantastica e ricca di intensità non riesce a ripercorrere i fasti del teatro, dove invece spopola.Con Miley Cyrus, Billy Ray Cyrus, Emily Osment, Jason Earles, Mitchel Musso.continua Lucas Till, Moises Arias, Vanessa Williams, Margo Martindale, Peter Gunn, Melora Hardin, Jared Carter, Beau Billingslea, Katrina Hagger Smith, Rascal Flatts, Barry Bostwick, Taylor Swift, Shawn Carter Peterson, Emily Reaves, Lawrence Bull Jr., Frances Callier, John Will Clay, Jaci Cordell, Michael Cornacchia, Paul Azarian, Tyra Banks, Natalia Dyer, Jack Hoke, Valorie Hubbard, Dani Miura, Jerry Foster, Ashton Gosnell, Adam Gregory.

Be the first to comment

Leave a Reply