Miglior Prezzo Scarpe Hogan Uomo

La reazione dei media alla conferenza stampa del 13 Novembre è stata tiepida. Invece che riportare i dati positivi, o rintuzzare il ministro dell’Agricoltura sulle implicazioni della soppressione dei dati, solo alcuni operatori hanno ritenuto la storia interessante. I quotidiani La Stampa e Il Giornale hanno stampato la notizia ed alcuni altri quotidiani hanno dato un breve riassunto nelle loro versioni online.

Può sembrare irriverente o provocatorio cercare tracce di un discorso meta filmico nell’epopea robotica di Michael Bay, ma ripartire da una sala cinematografica in rovina, da un’immagine che dopo The Canyons di Paul Schrader è divenuta topos persistente, non è una scelta che appartiene al caso. Anche perché poco o niente appartiene al caso in un universo come quello di Michael Bay, guidato dalle esigenze commerciali o dall’ambizione di tenere saldamente in pugno il bisogno di cinema adrenalinico dei teenager. Persino gli scivoloni di sceneggiatura, sovrabbondanti nei 165 minuti di Transfomers 4, o gli accenni a derive filosofiche, che lasciano trapelare una cosmogonia dalle gerarchie ancora misteriose, sono perfettamente funzionali al procedere di una macchina che è mirabile anche nella sua imperfezione.

L’ultima apparizione in tv, per quanto riguarda quegli anni, è invece datata 1982, quando prende parte al film tv Parole e sangue.I compagni di setCinematograficamente, i suoi colleghi di set vanno da Silvana Mangano e Marcello Mastroianni (Oci ciornie, 1987) a Philippe Noiret, Rupert Everett e Stefania Sandrelli (Gli occhiali d’oro del 1987 e Secondo Ponzio Pilato del 1988), fino ad Alberto Sordi (In nome del popolo sovrano, 1990). Importantissimo, lo sottolineiamo, la grande stima reciproca fra Herlitzka e la Sandrelli madre, che ritroverà come compagna di lavoro in Tracce di vita amorosa (1990) e che come regista nel suo esordio dietro la macchina da presa con Christine (2009).Il premiato Aldo Moro di Buongiorno, notteNel 1992, dopo essere stato diretto da Luigi Comencini in Marcellino pane e vino, torna in tv con la miniserie Il cielo non cade mai (1992) di Gianni Ricci e Tonino Valerii, che vede fra i protagonisti un giovane Kim Rossi Stuart, ma anche Anas Jeanneret e Sandrine Caron. grazie a Marco Bellocchio, che lo aveva già diretto ne Il sogno della farfalla (1994), che Herlitzka riesce a ottenere i più illustri riconoscimenti cinematografici italiani: il David di Donatello e il Nasto d’Argento come Miglior Attore protagonista per Buongiorno, notte (2003) con Maya Sansa, Luigi Lo Cascio, Pier Giorgio Bellocchio e Paolo Briguglia.

Be the first to comment

Leave a Reply